La Val Luisina



La Val Luisina è quella piccola valle attraversata dal Torrente Erbia, immediatamente a ridosso di Esio. Una zona non molto frequentata che con i suoi boschi fitti e silenziosi, intervallati dalle sue piccole cascate d’acqua, offre l’occasione di una pedalata riflessiva.

..

..

Parto da Verbania in direzione Zoverallo, all’incrocio prendo la strada che sale a Vignone, ma la lascio quasi subito per immettermi sulla via Gaggio, che dopo un pò diventa sentiero e mi porta in via Motte di Vignone. Risalgo verso il paese in direzione S. Martino. Attraverso il bosco di questa frazione fino a spuntare sulla strada provinciale per Premeno.

Prima di affrontare l’ultima salita per Bee taglio sulla destra e prendo lo sterrato che in salita costante mi porta fino a Bee. Qui continuo a salire fino alla piazzetta e riprendo la provinciale. Lascio questa strada di nuovo in direzione Roncaccio, ai piedi del Monte Cimolo. Da qui si può godere di uno stupendo panorama sul Lago Maggiore.

2009-05-30_01.jpg

 

Raggiunte le ultime case su asfalto lascio la strada e mi immetto sullo sterrato che gira intorno al Cimolo lungo il versante occidentale.

2009-05-30_06.jpg

 

Un bello sterrato ampio che inizialmente in salita e poi in piano mi fa raggiungere Pian Nava, proprio sotto la provinciale per Premeno.

2009-05-30_07.jpg

 

Volto a sinistra e percorro la strada in direzione Esio. Dopo una leggera discesa raggiungo il paese, lo attraverso e la strada ricomincia a salire. Un attimo prima della fine dell’asfalto lascio questa strada e prendo la stradina a sinistra con le indicazioni del CAI. Dopo aver superato il cimitero la strada diventa sterrata e quindi, dopo un pò, sentiero. Il sentiero inizialmente non è molto pedalabile essendo alquanto stretto, ma offre scorci interessanti.

2009-05-30_03.jpg
2009-05-30_04.jpg

 

Dopo un pò il sentiero ridiventa pedalabile e mi fa raggiungere rapidamente la strada asfaltata.

2009-05-30_08.jpg

 

Volto a sinistra e dopo un pò sono a Luera. Mi immetto nel sentiero a destra in salita e successivamente, in prossimità di alcuni bivi, seguo le indicazioni per Pollino.

Il sentiero per Pollino è pedalabile a tratti, ma non molto lungo, e dopo uno scorcio sul Lago Maggiore raggiungo Pollino.

2009-05-30_05.jpg

 

Supero la scalinata e proseguo su asfalto in discesa, asfalto che lascio subito per immettermi sullo sterrato ripido che mi porta al centro del paese. Mi immetto sulla strada per Premeno, ma dopo un centinaio di metri la lascio per percorrere il sentiero in direzione Bagno. E’ un sentiero abbastanza largo che, però, lascio nel tratto finale per attraversare alcune baite e raggiungere il cimitero e, quindi, la strada asfaltata. La percorro in direzione Premeno ma al primo incrocio mi immetto in viale Bonomi per prendere il sentiero per Albagnano. Il sentiero inizialmente è un largo sterrato leggermente ripido che poi diventa sentiero. Alle varie diramazioni tengo la destra e raggiungo rapidamente Albagnano. Esco dal paese ma prima di uscirne del tutto, raggiungo una scalinata, la percorro e mi ritrovo su un sentiero che prima in discesa e successivamente in salita mi fa raggiungere il cimitero di Bee.

Da qui mi dirigo verso la piazzetta di Bee, ma invece di voltare a destra percorro la strada fatta in precedenza, ma a ritroso. Rifaccio lo sterrato fino a giungere a Bureglio. Da qui prendo il sentiero dal parco giochi, fino a spuntare in via Pastura. Qui mi attende un altro sentiero che, dopo aver attraversato alcune vallette, mi porta a Ramello. Da Ramello percorro il comodo sterrato fino al cimitero di Cambiasca. Mi rimetto sulla strada asfaltata per scendere, quindi, a Verbania.

 

(km 37, dislivello totale in salita circa 820 m)

Summer Sale wk28 - 728x90  
 
 

Share this:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *