Intervista a: Veronika Widmann




Da quando ha cominciato a salire in sella ad una mountain bike Veronika Widmann ha sempre preferito le discese. Quest’anno ha dimostrato a tutti che le sue preferenze erano giuste, conquistando il titolo italiano di downhill nonchè il 2° posto agli Europei, l’8° posto in Coppa del Mondo ed il 13° posto ai Mondiali.

FB_IMG_1441380774744 (1)

Età: 22.

Vive a: Termeno (BZ).

Musica preferita: dipende dalla situazione, ad esempio prima della gara ho delle canzoni che ascolto sempre, come Crystallize di Lindsay Stirling.

Hobby: andare in bici è il mio hobby preferito ;), poi andare in montagna con il mio cane, fare snowboard, stare con gli amici.

Percorso preferito: Val di Sole.

20151126_123416

MTB-VCO: Ciao Veronika, quando hai cominciato ad andare in mountain bike?

Veronika Widmann: Ho iniziato a dodici anni, quando sono entrata nella squadra Bike Club Egna. Negli anni seguenti ho fatto gare di cross country fino alla maturità. Da quando ho iniziato ad andare in MTB la discesa è sempre stata la parte preferita. Con il downhill ho iniziato un po’ di anni dopo, quando sono andata a Innsbruck per lo studio.

_DSC6214

MBV: Raccontaci della tua prima gara.

VW: Un giorno mio cugino Georg mi disse che vicino a Bressanone, in Alto Adige, si sarebbe svolta una gara di downhill. Io subito ero entusiasta a fare quella gara. Era la prima volta che mi sedevo su una bici da downhill. Già nella prima discesa cedevo, ho preso un albero, perché in confronto alla bici da XC non ero abituata ad un manubrio cosi largo. Però le discese successive sono andate meglio ed ero convinta di poter fare la gara. Erano i campionati provinciali, ho vinto la gara anche con un po’ di vantaggio ed alla fine della giornata ho potuto mettermi la maglia del campione provinciale, insieme a Johannes, penso che anche per lui fosse una delle prime gare. Dopo quel giorno è nata la mia passione per la DH.

11143181_1008658989186298_5253481267180513036_n

MBV: Che consigli daresti a una donna che vorrebbe gareggiare in downhill?

VW: Il consiglio più importante che darei a una ragazza che vuole fare downhill è di divertirsi. Quando vado in bici, mi sento libera e per me è una delle cose migliori che esistano. Vorrei far vivere queste emozioni anche ad altre ragazze. Poi per partecipare alle gare forse serve un po’ di impegno ed esperienza e devi porti degli obiettivi. Non accontentarsi di partire e arrivare giù. Purtroppo in Italia non ci sono tante donne che fanno gare di downhill e quindi è facile fare un “buon risultato”. Questo non è soddisfacente. Un buon risultato si fa con un buon tempo. E poi pian piano bisogna iniziare a fare riferimento ai ragazzi.

11215189_1634869746797476_9088930708339905430_n

MBV: La stagione 2015 per te è stata ricca di soddisfazioni, a cominciare dalla conquista del titolo italiano a Sestola. Parlaci di quella gara.

VW: Vincere l’italiano era un mio obiettivo principale di questa stagione. Il percorso era particolare, un piccolo errore poteva costare tutto, quindi era una gara tanto di “testa”. Prima di Sestola non tutte le gare sono andate come volevo. Per questo sono andata giù proprio con il pensiero di dimostrare quello che sono capace di fare.  Per me era un weekend perfetto, la mia bici grazie a Pepi era in ottime condizioni, c’erano i miei compagni di team che mi hanno dato un super supporto e avevo voglia di divertirmi e di gareggiare. Prima della gara ero tranquilla, però sicura di me, e cosi la gara è andata. Sono arrivata giù sicura, e senza grandi errori e questo mi ha consentito di realizzare il mio sogno. Sono state emozioni indescrivibili e per me è stata la gara più bella e la vittoria più importante di questa stagione, che mi ha dato tanta autocoscienza per le gare seguenti.

11781886_1622254494725668_4704919818822424948_n

MBV: Ma le soddisfazioni sono arrivate anche con i maggiori appuntamenti internazionali, come l’8° posto in Coppa del Mondo in Val di Sole, il 13° posto ai Mondiali di Andorra e, per finire, l’argento agli Europei in Polonia. Tra queste tre gare quale ricordi con maggior emozione?

VW: Sì, dopo gli italiani è andata una gara dopo l’altra. Ho vinto la tappa dell’iXS a Spicak e una settimana dopo c’era la Coppa del Mondo a casa in Val di Sole. Quel weekend li ricordo con tante emozioni positive. Mi sono preparata sul percorso già nelle settimane prima della gara, quindi potevo andare lì già molto più sicura e carica per la gara. Sul percorso c’era cosi tanta gente che ti spingeva a dare ancora un po’ più gas. È stato bellissimo. Poi anche gli altri italiani che hanno fatto un super risultato. Per me è stata un’esperienza molto importante anche in vista dei Campionati del Mondo del prossimo anno. I mondiali di Andorra li ricordo con emozioni miste. E’ stata un’esperienza fantastica correre in nazionale ed essere ad un mondiale, però in gara ho fatto un errore e sono caduta. C’è ancora un po’ di rabbia dentro di me se penso che potevo fare meglio, però il 13° posto comunque non è male, bisogna sempre guardare avanti e anche questa è stata un’esperienza importante. Poi anche i Campionati Europei in Polonia. Eravamo tutti un po’ stanchi della stagione ma alla fine è andata bene e questo 2° posto mi ha dato tanta soddisfazione. E’ stata una stagione bellissima e ogni gara la ricordo con emozioni positive. Non vedo l’ora di iniziare la stagione 2016.

11793202_10205517012026324_1149554302_n

MBV: Normalmente quanto tempo dedichi all’allenamento?

VW: Per il momento meno di quanto vorrei. Questo inverno finirò il mio studio a Innsbruck, per questo motivo sono un po’ presa. Quando ho tempo, vado in bici, sia cross country che enduro e downhill, e mi tocca anche prendere quella per fare BMX. Durante la stagione l’allenamento è molto più intensivo. Cerco di prepararmi nel miglior modo, sia sulla bici che in palestra.

_DSC5598

MBV: Parlaci della bici che hai utilizzato questa stagione.

VW: Questa stagione ho utilizzato la Lapierre 727 DH con sospensioni X-Fusion modificate da B.S.C. e il capo Pepi Innerhofer. I freni sono i Formula, con i quali mi trovo benissimo. Per l’allenamento ho usato una Lapierre Zesty.

11217552_1636483226636128_8720143342869331428_n

MBV: E la prossima stagione che mezzo cavalcherai?

VW: Quest’anno mi sono trovata molto bene con la bici, per cui ho deciso di rimanere sempre con la mia Lapierre, freni Formula e sospensioni X-Fusion. Pepi ha già in produzione qualche novità per la forcella per l’anno prossimo. Non vedo l’ora di provarla. La componentistica sarà di Reverse e le gomme a marchio Mitas.

PhotoCarloMarchisio_GIT2015_CampionatiItaliani_Sestola_011

MBV: Quali obiettivi ti poni per la prossima stagione?

VW: L’obiettivo principale per me sarà quello di essere costante nelle gare, soprattutto in Coppa del Mondo. Quest’anno è stata la mia prima stagione di coppa. Ho fatto diversi errori e anche cadute, però ho imparato un sacco e ho fatto tanta esperienza. L’anno prossimo voglio continuare ancora a crescere così e a cercare di essere costantemente nella top 15. Poi l’obiettivo più importante sarà sicuramente il mondiale in Val di Sole. Avere il mondiale in casa non ha prezzo e tutta la preparazione va su questo evento.

MBV: Grazie dell’intervista Veronika e in bocca al lupo per un ottimo 2016!

_MG_1235

IT - 728x90

Share this:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *