Il Monte Zeda




Il Monte Zeda è la più alta cima del Verbano raggiungibile quasi completamente in sella ad una mountain bike. L’itinerario, seppure impegnativo, offre diversi spettacolari punti panoramici.

 

Si parte dal belvedere di Piancavallo, dopo aver ammirato lo splendido panorama sul Lago Maggiore.

DSCN2521

 

Si percorre la strada asfaltata che in leggera salita conduce al Centro Auxologico. Da qui si diparte una comoda strada sterrata con diversi punti panoramici sul Lago Maggiore.

DSCN2524

 

Poco prima del suo culmine si devia a sinistra imboccando un single-track a mezzacosta che conduce ad Alpe Colle.

DSCN2529

 

Da Alpe Colle si imbocca la strada sterrata in direzione dello Zeda. Una gippabile in falsopiano che attraversa alcune vecchie costruzioni della Linea Cadorna.

DSCN2530

 

Superato il bivio per l’Alpe Archia la pendenza aumenta, pur non essendo mai troppo impegnativa.

DSCN2531

 

Inizia ben presto a stagliarsi all’orizzonte la destinazione dell’itinerario.

DSCN2535

 

Raggiunto Passo Folungo termina la “passeggiata” e si comincia a fare sul serio.

DSCN2537

 

Una serie di tornanti fanno guadagnare subito quota, ma il bivacco del Pian Vadà sembra così lontano…

DSCN2538

 

Raggiunto il bivacco uno sguardo indietro per rimirare la lunga salita appena superata.

DSCN2540

 

La salita non è finita, ma dopo un altro paio di tornanti ci si ritrova su uno splendido single-track panoramico lungo la dorsale del Monte Vadà e dopo qualche passaggio tecnico, da superare necessariamente a piedi, si raggiunge la meta dell’itinerario ai piedi del Monte Zeda.

DSCN2543

 

Per raggiungere la cima si deve necessariamente lasciare qui la bici e proseguire a piedi. Ma già qui la vista sul territorio circostante è mozzafiato.

DSCN2547

DSCN2552

 

A questo punto si ritorna sui propri passi per scendere fino a Passo Folungo, il Monte Vadà all’orizzonte.

DSCN2562

 

Da Passo Folungo si prosegue sulla strada sterrata in piano che gira intorno al Monte Bavarione passando per l’Alpe Archia.

DSCN2564

 

Dopo l’Alpe Archia si devia in direzione di Pian d’Alpe, girando ora intorno al Monte Spalavera lungo il suo versante nord, fino a fare ritorno ad Alpe Colle. Da qui per asfalto ci si dirige verso Piancavallo, per poi lasciare la strada imboccando una sterrata in ripida discesa che dopo una serie di tornanti conduce fino a Calpera.

DSCN2567

 

Superato l’alpeggio si scende con decisione su sentiero che dopo aver attraversato Corte dei Ratti raggiunge il fondo valle nei pressi di un ponte.

DSCN2568

 

Superato il fondovalle si risale per poi ritrovarsi a percorrere un single-track a mezzacosta e in piano, che conduce rapidamente all’Alpe Segletta, da dove su ripida strada asfaltata si fa ritorno al belvedere di Piancavallo.



Share this:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *