Granfondo Val di Merse: un mese al via

Comunicato stampa

torri

Manca un mese alla 13^ edizione della Granfondo della Val di Merse e fervono i preparativi per accogliere nel migliore dei modi tutti i bikers che arriveranno a Rosia domenica 10 Aprile.

Dopo aver già comunicato come il G.C. Val di Merse ha posto un particolare occhio di riguardo per la sicurezza a tutto tondo della manifestazione, ci preme informarvi che sono state definite alcune iniziative rivolte agli atleti e ai loro accompagnatori: sabato 9 aprile confermata la cena con intrattenimento musicale presso i locali del Circolo Arci e confermato lo spazio animazione per bambini la mattina della gara. Inoltre consultando www.rosiabike.it è possibile trovare indicazioni sulle strutture ricettive della zona e sulle attrattive che offre Rosia e i suoi dintorni, permettendo a coloro che arriveranno da più lontano e con i propri cari al seguito di pianificare una breve permanenza nel senese.

Quest’anno, grazie alla collaborazione con la locale associazione “Il Busso di Torri”, il G.C. è riuscito a legare ancora di più la manifestazione al caratteristico borgo di Torri: per i bikers è previsto un passaggio dentro l’abitato intorno al km 43, prima di entrare sul single track finale di San Pietro per poi affrontare gli ultimi chilometri pianeggianti che riportano al traguardo; per tutti la possibilità di visitare il suggestivo Chiostro romanico dell’Abbazia di Santa Mustiola,  vero fiore all’occhiello della zona, aperto per l’occasione il sabato pomeriggio e la domenica mattina.

Il percorso, a parte questa piccola variante, ricalca il tracciato dello scorso anno e in questi giorni è sottoposto alle cure degli organizzatori che stanno tirando a lucido tutti i passaggi: 48 km e 1450 mt di dislivello caratterizzati dalla salita iniziale di Montestigliano e dalle altre due principali di Siena Vecchia e di Poggio delle Pescine intervallate da tanti single track e dalle discese delle Filicaie, di Campalfi, del Museo del Bosco e del Martellino. Da non dimenticare la rampa del Muro del Gallo che anche quest’anno sfiderà i concorrenti a non mettere piede a terra e per il primo che transiterà in sella alla sua mtb il C.O. ha previsto un riconoscimento ad hoc.

Sembra che ci siano tutti gli ingredienti per una nuova edizione coi fiocchi della Granfondo della Val di Merse…state collegati e presto arriveranno nuovi interessanti aggiornamenti.