Garda Trentino e MTB, amore senza limiti

Comunicato stampa

 

Il Bike Festival (dall’1 al 3 maggio) occasione per scoprire un territorio ricco di proposte e di servizi.

MTB garda 2

L’ormai imminente edizione 2015 del Bike Festival (1-3 maggio) ripropone l’appuntamento irrinunciabile per gli appassionati della mountain bike. A Riva del Garda si raduna la tribù delle ruote grasse e celebra una passione attraverso competizioni, una fiera di grande successo (150 espositori e 300 marchi presenti) e appuntamenti social imperdibili e coinvolgenti. Ma il Bike Festival non sarebbe stato possibile in un posto diverso dal Garda Trentino, l’area che viene considerata il paradiso della mountain bike, 365 giorni l’anno. Oltre 100 chilometri di sentieri, altimetrie che vanno dai 60 metri del lago fino a superare i 2000 metri: una immensa palestra a cielo aperto, un territorio da scoprire su due ruote, accompagnati da panorami meravigliosi.

Da sempre la costa settentrionale del Lago di Garda e le montagne circostanti sono la meta prediletta dei bikers di tutto il mondo. Nel corso degli anni si è sviluppato un vero e proprio “prodotto” turistico legato alla mountain bike, con un grande lavoro in profondità a livello organizzativo e strutturale che garantisce divertimento e accoglienza in ogni periodo dell’anno. La rete di sentieri si è gradualmente allargata e adesso percorsi e servizi si estendono persino alle aree circostanti, negli scenari del Monte Bondone e della Valle dei laghi, del Monte Baldo e della Val di Gresta, di Tremalzo e della Valle di Ledro. È un sistema denominato Mountain&Garda Bike, nato per creare una connessione tra il Garda e i territori vicini, con l’obiettivo dell’ampliamento dell’offerta e dell’integrazione dei servizi.

Questa Bike area copre un territorio molto vasto, all’interno del quale Mountain&Garda Bike ha selezionato i migliori bike tour del Trentino, ognuno con caratteristiche diverse, dai più facili ai più tecnici, in ogni caso suggestivi ed emozionanti. Attraversano paesaggi naturali unici e luoghi ricchi di storia e cultura. Qualche nome? Dos Casina all mountain, Val del Diaol Downhill, Giro della Busa, Lago di Tenno, Marocche,Brentonico-Altissimo all mountain, Giro del Lago di Ledro, Trento-Monte Bondone, Anello Garda-Sarca,Malga Grassi, Monte Velo, Ciclabile dal Garda all’Ampola e tanti altri, fino alla Mountain&Garda Bike main route, un percorso di 218 chilometri per esperti, con oltre 10 mila metri di dislivello.

Il sito http://www.mountaingardabike.com è una miniera di informazioni. Per ogni itinerario c’è una lunga descrizione e sono specificati tutti i dati tecnici (difficoltà, lunghezza, tempi di percorrenza, dislivello), inoltre si può consultare a una mappa interattiva dettagliatissima e fare il download dei dati gpx.

Di alto livello anche i servizi disponibili sul territorio. È possibile avvalersi della collaudata rete di ospitalità con alberghi specializzati, campeggi, agriturismo, bed&breakfast e appartamenti: tutte strutture selezionate Bike Friendly, con servizi pensati per i biker e il tipico calore trentino.

La migliore gestione del viaggio è garantita da una estesa rete di assistenza fornita da bike shop, noleggi, centri di riparazione di alto livello. A questi Bike e Rental shop dei paesi di fondovalle fanno capo i Bike Shuttle che garantiscono il trasporto verso numerose destinazioni, con l’integrazione, nei mesi estivi, delBicibus che serve Tenno-Passo del Ballino fino alle Dolomiti di Brenta. Sempre in tema di trasporti, si può caricare la bici in funivia, salendo da Malcesine al Monte Baldo, per poi godersi spettacolari downhill e freeride che conducono fino al lago o altri suggestivi itinerari nell’ambiente unico del giardino d’Europa. Nella Bike Area del Garda Trentino sono disponibili guide esperte per affrontare in sicurezza ogni tipo di itinerario e inoltre si può partecipare ai bike camp per migliorare le proprie capacità di guida in fuoristrada.

Il Bike Festival è l’occasione per scoprire tutto questo e altro ancora.

(Photo credits: Roberto Vuilleumier)