Enduro World Series sbarca in Irlanda per il quarto round

Comunicato stampa

Questo weekend Enduro World Series ritorna in Irlanda per il quarto round, il Coillte Emerald Enduro.

Trecentocinquanta atleti arriveranno sulla Carrick Mountain per il terzo anno consecutivo per affrontare quello che è diventato un classico appuntamento di EWS.

Famoso sia per il suo pubblico che per i sentieri, il round irlandese è conosciutissimo per l’incredibile atmosfera creata dalle migliaia di spettatori che affollano i tracciati. E quest’anno gli irlandesi avranno ancora più ragioni per scatenarsi, con il loro eroe nazionale Greg Callaghan (Cube Action Team) in testa alla classifica. Dopo la vittoria qui nel 2015 e 2016 e dopo la recente vittoria a Madeira, ci sono grandi aspettative sul giovane irlandese.

Tuttavia, non mancherà chi tenterà di negare a Callaghan la tripletta. Sam Hill (Chain Reaction Cycles Mavic) è a pochi punti di distanza da Greg e con un secondo posto qui lo scorso anno, è chiaro che questi sentieri esaltino il suo stile di guida. Anche Martin Maes del GT Factory Racing, con un ottimo secondo posto a Madeira e la terza posizione in classifica,  può rappresentare una minaccia. Senza dimenticare il Campione in carica Richie Rude (Yeti/Fox Shox Factory Racing) che, ancora a secco di vittorie, sarà affamato di punti per difendere il titolo.

unnamed

Tra le donne, Cecile Ravanel (Commencal Vallnord Enduro Team) continua a dominare la classifica. Dopo un secondo posto in Tasmania dietro a Isabeau Courdurier (Sunn), è tornata a vincere a Madeira con oltre un minuto di vantaggio. Ma Isabeau sarà pronta a metterle il sale sulla coda, continuando la sfida che le ha viste protagoniste per tutta la stagione. Gli altri nomi da tenere sott’occhio sono senza dubbio Ines Thoma (Canyon Factory Enduro Team), seconda in classifica, e Katy Winton (Trek Factory Racing Team), in terza posizione. L’israeliana Noga Korem, pur gareggiando senza il supporto di un team, a Madeira è riuscita a conquistare il terzo gradino del podio e non stupirebbe se anche questo weekend fosse i grado di rimescolare le carte.

Nella categoria U21 tutti gli occhi saranno puntati sul vincitore dello scorso anno Killian Callaghan, al momento in cima alla classifica a pari merito con Vojtech Blaha. Martha Gill ha un netto vantaggio nella categoria U21 Donne, ma dopo la vittoria a Madeira di Estelle Charles, c’è da aspettarsi una bella battaglia tra di loro domenica.

Mary Mcconneloug domina nella categoria Master Donne con un buon vantaggio, ma questo weekend le rider locali Orla McClean e Sophie Bagnal potranno darle del filo da torcere. Tra i Master Men, in testa sempre Karim Amour (BH-Miranda Racing), seguito da Nigel Page (Chain ReactionCycles Mavic) e dal Campione in carica Michael Broderick.

unnamed (1)

Serrata più che mai la competizione tra i team, che vede l’Ibis Cycles Enduro Race Team in cima alla classifica e il Canyon Factory Enduro e GT Factory Racing ad inseguirlo.

Sabato sarà la volta dell’evento EWS Challenger, che vedrà gli amatori correre quattro delle prove speciali della gara ufficiale di domenica. Un’occasione per avere un’anteprima di una EWS ma senza pressioni, prima di tornare sulle stesse speciali il giorno dopo per supportare i pro.

Parlando della gara di questo weeekend, Chris Ball, Managing Director di Enduro World Series, ha commentato: “Il round irlandese è sempre una delle gare più emozionanti dell’anno. Non ci sono alte vette come in altre venue del nostro circuito, ma è sempre una sfida spettacolare. I fan che arrivano in massa rendono questo evento davvero speciale per i rider e l’’atmosfera è incredibile. E con Greg in cima alla classifica del circuito e quindi ultimo a scendere, posso solo immaginare a che livello salirà il chiasso del pubblico.”