Downhill Legends Reunion: 25 anni di MTB iridata in Italia

Comunicato stampa

michele_mondini-36

Il Mondiale UCI Mtb Val di Sole ha omaggiato e festeggiato il primo quarto di secolo di storia iridata della Downhill italiana grazie all’evento speciale, organizzato da quel vulcano d’idee di Pier Paolo “Pippo” Marani. A daolasa sulla mitica Black Snake si sono riuniti molti degli atleti italiani che hanno fatto la storia del movimento nazionale e internazionale, con i freschi vincitori del titolo Masters in Val di Sole, Corrado Hérin e Giovanna Bonazzi (50-54 maschile e femminile), sugli scudi. È stato un omaggio toccante a Daolasa-Commezzadura a quei pionieri del movimento discesistico nazionale che hanno trasmesso e continuano a trasmettere tanto alle nuove generazioni. E’ il caso del grandissimo Bruno Zanchi che, proprio agli indimenticati Mondiali ’91 de Il Ciocco, conquistò il titolo iridato tra gli Junior. Zanchi, ora fermo per problemi fisici, non ha mai abbandonato la mountain bike, passando all’enduro dove ha raccolto ottimi risultati come atleta e ne sta raccogliendo come team manager (Airoh Ion Santa Cruz). Lo stesso sta facendo il valdostano Corrado Hérin vincitore della Coppa del Mondo di specialità nel 1997, con il team Pila-Black Arrows-MTB Hérin School attiva proprio in una delle località più note nel panorama discesistico nazionale.

La Downhill delle leggende ha coinvolto anche altri nomi importanti, la cui presenza ha contribuito a rendere ancora più toccante un vero e proprio momento speciale: Walter Belli, ex trialista a downhiller, alla ricerca della sua “velocità perfetta” dopo l’incidente in bici di due anni fa che l’ha costretto su una sedia a rotelle. Vederlo accanto a Steve “Peaty” Peat, grandissimo atleta britannico che la Val di Sole omaggerà con lo Special Party di fine carriera in programma domenica pomeriggio, e al discesista italiano più vincente di sempre, Alan Beggin, ha toccato i cuori di tutti i presenti intorno alla finish line della mitica Black Snake della Val di Sole. “Uno dei momenti più belli della mia vita… grazie Pippo Marani” ha commentato Walter Belli fotogratato di fianco a Peaty e Beggin.

I mondiali de Il Ciocco del ’91 e poi quelli di Livigno 2005 e Val di Sole 2008 sono stati omaggiati da altri nomi importanti, presenti in Val di Sole per vari motivi, tutti legati al grande evento iridato 2016: l’istrionico commentatore Red Bull Rob Warner (ex discesista di classe mondiale e il primo britannico a vincere un round di World Cup nel ’96) e il delegato UCI David Vasquez Lopez.

Questo appuntamento collaterale, ricco di emozioni e nostalgia, ha impreziosito ancora di più il fitto programma degli UCI MTB World Champs che, a fine delle competizioni ufficiali, si chiuderà con il tributo a Steve Peat, alle ore 16.00.

Info
Domenica 11 settembre: 16.00 Steve Peat Special Party.

(Photo credit: Michele Mondini)