Come superare indenni le feste natalizie: i pareri degli atleti




Il periodo natalizio è probabilmente quello in cui ci si lascia più andare durante l’anno. Il freddo e le giornate più corte limitano le uscite, ma a questo si aggiunge anche l’alimentazione che non migliora le cose, anzi le peggiora. Come fare, allora, per scrollarsi di dosso i grassi accumulati in questo periodo, in modo da essere pronti poi ad affrontare una nuova stagione? Lo abbiamo chiesto agli atleti ed ecco i loro consigli.

Mattia Arduino – Downhill

Eh, si cerca nel limite di continuare a mangiare in maniera decente nonostante le feste, a Natale e Capodanno si sgarra. Poi ora è il momento dei lunghi per cui si può anche fare degli strappi sapendo che il freddo e le ore in bici ci perdoneranno.

 arduino
 arici Simone Arici – Endurance

Parlando da amatore penso che prendere qualche kg in questo periodo sia normale e fisiologico. Qualche bella camminata, un po’ di palestra e corsa a piedi, servirà per non “lievitare” troppo. Se poi per l’inizio della stagione ci sarà ancora un po’ di ciccia di troppo… poco importa, i tanti km di salita che ci aspettano da fare ci riporteranno in splendida forma.

Simona Beretta – Granfondo

Per questo tipo di argomento non sono proprio la persona più adatta a dare consigli. Dall’estate all’inverno accumulo 3kg di ciccia e dalle oltre 20 ore settimanali di allenamento passo a meno di 10 nei periodi invernali. Io punto tutto per rimettermi in forma su attività alternative come camminate in montagna, nuoto e sulle prime garette di inizio stagione. Per il cibo uso metodo Auto-Bastone Auto-Carota, nel senso che un giorno mi lascio andare a panettoni e golosità, e il giorno dopo a stecchetto e sotto a smaltire!

 beretta
 bertolini Gioele Bertolini – Cross country

Secondo il mio punto di vista questa è un po’ la scusa che si tende ad avere quando ogni anno arrivano il freddo e le feste. Un atleta può sicuramente aumentare di qualche chilo però è anche vero che un atleta deve cercare di tenersi in forma tutto l’anno. Anche nel periodo invernale si possono sostituire le uscite in bici con la corsa a piedi o la palestra, ma bisogna comunque cercare di tenere delle uscite in bici cercando magari di andare nelle ore più calde della giornata in modo da aumentare un po’ di peso ma sapendo che con l’arrivo delle belle giornate si può tornare nel peso forma in tempi brevi.

Carlo Caire – Downhill

Personalmente non ho mai subito molto il periodo natalizio. Abitando in Liguria, riesco comunque a fare gli allenamenti nonostante le giornate siano più fredde e più corte. In più avendo la pausa delle lezioni all’università riesco ancora meglio a gestirmi il tempo. Gli allenamenti continuano normalmente, salvo il 25 dicembre e 3-4 giorni di pausa a capodanno. Per quanto riguarda l’alimentazione non è un grosso problema. Il corpo più di un tot di grassi non riesce ad assumere quindi il resto è solo gonfiore causato dalle grandi abbuffate. Di solito per recuperare al meglio svolgiamo un intenso ritiro subito dopo capodanno. Per noi della discesa la stagione è comunque ancora lontana e il nostro fisico ha tutto il tempo di rimettersi in forma.

 

caire

 calvetti Serena Calvetti – Cross country /Granfondo

Le feste natalizie non aiutano certo gli atleti che vogliono mantenere la linea! Tuttavia qualche “sgarro” ogni tanto può solo fare bene, soprattutto a livello mentale. Ovviamente senza esagerare!! Per scrollarsi di dosso i grassi io consiglierei di approfittare delle feste natalizie per inserire qualche uscita in bici più lunga. Se non si ha tanto tempo anche un po’ di nuoto o una corsetta vanno molto bene!

Tiziano Carraro – Endurance

Si sa che nel periodo natalizio si può eccedere in alcuni peccati di gola. Qualche kg in più si può prendere facendo attenzione a non esagerare troppo; un buon aiuto a smaltire i kg di troppo è una bella corsetta a piedi con esercizi vari alternata a delle sedute in palestra per poi durante il week end accumulare km, magari in gruppo così passano più velocemente.

 

carraro

 casagrande Michele Casagrande – Cross country /Granfondo

Sicuramente la cosa migliore è non lasciarsi andare troppo con l’alimentazione, soprattutto per chi prende peso in fretta! Però c’è anche da dire che la bici non è l’unica cosa bella della vita e quindi è giusto non essere troppo “fissati” con l’alimentazione durante l’anno e tanto meno nelle festività natalizie. C’è però da tener conto che la forma fisica inevitabilmente cala e per riparare a questo, secondo me, bisogna fare qualche uscita in bici più lunga a ritmo lento-medio per “bruciare” i grassi in eccesso! Per chi invece ha poco tempo per uscire in bici potrebbe fare qualche sauna, che serve soprattutto ad eliminare le tossine, ma per eliminare i grassi sono due le cose fondamentali da fare: mangiare bene e fare dell’attiva fisica!

Carmelo Cerruto – Cross country /Granfondo

E’ vero, in questo periodo è molto difficile trovare il tempo per allenarsi per via della poca luce ed è anche vero che si tende a mangiare un po’ di più anche per un richiamo fisico il quale dice …. ingrassare per proteggersi dal freddo…. Poi ci aggiungiamo che nel periodo invernale il cortisolo è alla sua massima espressione … insomma si mette peso, è inevitabile. Personalmente pur sapendo di commettere degli errori a non farlo, non mi faccio nessun problema per quando riguarda il discorso cibo, evito solamente i fritti, ma perché proprio non mi piacciono. Per il resto dolci a go go… non è proprio la dieta dello sportivo, ma non riesco a rinunciarvi. Per quanto riguarda il periodo natalizio, sì è vero, per via dei pranzi familiari e cenoni si eccede un bel po’, ma di contro si approfitta di qualche giorno di vacanza per fare qualche km in più, tempo permettendo. Sostanzialmente non mi faccio nessun tipo di problema per il cibo, sbagliando probabilmente, ma faccio già parecchi sacrifici per trovare il tempo per allenarmi, per gestire impegni familiari, per cui il cibo è l’ultimo dei miei problemi.

 

cerruto

 dei tos Andrea Dei Tos – Cross country

Per ovviare al problema dell’aumento di peso durante il periodo invernale ci sono due cose che si possono fare. Consumare di più o mangiare di meno! Non ci sono segreti, non si scappa dal bilancio energetico;-) Per quanto riguarda l’alimentazione io cerco di ascoltare il mio corpo e limitare l’apporto di cibo “inutile”, cioè ho i miei riti, colazione molto abbondante, pranzo e cena e due spuntini leggeri. Evito tutti i condimenti e gli zuccheri semplici. Per consumare di più invece approfitto della pausa invernale per fare quello che non posso fare durante la stagione agonistica, soprattutto camminate in collina e montagna, un po’ di trail running, e prossimamente vorrei provare a nuotare, penso sia molto valido per tutta la muscolatura perché lavora senza traumi, al contrario della corsa a piedi, e in più è molto allenante per la parte aerobica.

Mirko Farnisi – Granfondo

Io utilizzo la fine del periodo natalizio per iniziare sia ad allenarmi in un certo modo che ad alimentarmi in maniera sana e corretta. Tenendo in considerazione che le gare iniziano intorno a marzo, ho sempre sostenuto che novembre e dicembre siano i mesi da relax sia a livello di allenamento che a livello alimentare, concedendomi un po’ tutti i cibi e così facendo si rigenera corpo e mente, ovviamente il tutto entro certi limiti.
Dopodiché credo che facendo due buoni mesi, ad es. gennaio e febbraio, con una sana alimentazione ed un buon allenamento si riesce ad arrivare a marzo con un buon peso ed una bella condizione fisica, e comunque sono sempre del parere che per un atleta il giusto compromesso sia mangiare un po’  tutto nelle giuste dosi perché la macchina umana è progettata per questo, a volte tante scorte di grasso non vanno via proprio perché il corpo va in protezione a causa di diete drastiche e sbagliate e li tiene per sé… e non ci sono km e insalate che bastino.

 

farnisi

 ferritto Luigi Ferritto – Cross country /Granfondo

Sicuramente il periodo natalizio è il più difficile da affrontare per noi atleti, infatti alle giornate “corte”, si associano le, quasi inevitabili, abbuffare del Natale e di Capodanno. Almeno 5 giorni di “pappatorie”, come diciamo qui al sud, dove è veramente difficile mantenere la linea. Generalmente per evitare un accumulo eccessivo di chili, aumento un po’ la durata degli allenamenti nei giorni pre-festivi, in modo da creare una sorta di compenso. Poi, passato il Capodanno, per rimettermi in forma non penso a drastici digiuni, che il più delle volte portano ad uno scompenso calorico, ma adotto una dieta a base di cibi leggeri ricchi di frutta e verdura. Tra gli alimenti consiglio le arance con la loro notevole fonte di vitamina C e le mele che regolano il colesterolo, grazie alla presenza al loro interno del potassio. A queste si aggiungono i kiwi che migliorano il funzionamento dell’intestino, l’insalata che conferisce volume e potere saziante con un apporto calorico limitato e infine gli immancabili legumi che aiutano il corpo a smaltire i sovraccarichi di calorie.

Alessandro Gambino – Granfondo

Purtroppo sì, il periodo natalizio è un periodo difficile per i grassi ma è molto semplice limitare i danni con delle semplici precauzioni. Visto che la bicicletta è più difficile utilizzarla, un saggio compromesso sono fare delle lunghe passeggiate, possibilmente in salita o ancora meglio delle bellissime ciaspolate, in tal modo si riesce comunque ad avere un buon consumo calorico con la possibilità di non privarsi delle bontà natalizie e ancora meglio sarebbe fare qualche piccolo allenamento, di mezz’ora circa, a digiuno in modo da andare ad intaccare i grassi e dare uno stimolo al metabolismo. Per finire, godiamoci il Natale e divertiamoci che non è una settimana di vacanza che cambia la stagione. L’alimentazione corretta e gli allenamenti vanno eseguiti tutto l’anno nel modo corretto, così sì che si costruisce la vera condizione fisica ottimale.

 

gambino

 giulia gaspardino Giulia Gaspardino – Cross country

Le feste sono fatte anche per riunirsi attorno ad una bella tavola imbandita con parenti ed amici e credo che l’unica regola da seguire sia toglierci ogni sfizio senza esagerare nelle quantità. I km che ci attendono sono ancora molti e c’è tempo per smaltire tutto.

Emanuele Grimani – Downhill

Qualche chilo dopo le feste ci può stare. Io di solito cerco sempre di starci attento da subito per non ritrovarmi fuori forma e arrivare a inizio stagione non al top. Comunque con una dieta e un po’ di corsa a piedi aggiunta alla bici riesco facilmente a eliminare i grassi accumulati durante le feste!

 

grimani

 guidolin Nicol Guidolin – Granfondo

Secondo me per un atleta che ha ambizioni agonistiche è fondamentale allenarsi anche durante il periodo natalizio e se le giornate corte e fredde non permettono di uscire con frequenza è utile concentrarsi sulle uscite nel weekend e dedicarsi agli allenamenti sui rulli, sulla spin-bike o in palestra durante la settimana. Credo tuttavia che concedersi qualche strappo alla regola durante le feste mantenga alto il buon umore, anch’esso importante per la prestazione sportiva.

Alessandro Levra – Enduro

Durante questo periodo non è facile seguire un’alimentazione equilibrata. Per me non è un grosso problema perché riesco a smaltire abbastanza in fretta quello che mangio. Per bruciare le calorie in eccesso vado in palestra e faccio uscite lunghe in bici. Nel mio caso arrivando tardi da scuola faccio palestra e rulli in settimana e bici nel weekend.

 

levra

 lunardini Alice Lunardini – Granfondo

Nel periodo natalizio cerco di limitare gli stravizi esclusivamente ai giorni di festa mentre negli altri giorni cerco di non assumere soprattutto carboidrati che si sa in questo periodo per il freddo e le giornate più corte non riusciamo a smaltire. Inoltre la mattina presto vado a correre a digiuno per stimolare il metabolismo dei grassi. Nonostante tutto, in questo periodo riesco sempre a prendere qualche kg, ma poi passate le feste tutto torna alla normalità, basta non prenderne troppi.

Erika Marta – Cross country

Sono del parere che almeno per il periodo natalizio è giusto staccare la spina e metterci anche un po’ di divertimento tra famiglia e amici. Se poi durante quel periodo sono in ferie dal lavoro, cerco di uscire appena posso per non ingolfarmi, ma se il lavoro chiama, il chilo o due che si prendono li smaltisco quasi subito.

 

marta

 martinelli Simone Martinelli – Enduro

Ahahah, io non sono uno che mangia molti dolci generalmente, non sono mai stato molto attirato, li mangio ma dopo tre/quattro pezzi comunque mi nauseano. Tranne il gelato.Il mio consiglio è comunque quello di riuscirsi a trattenere un po’, ci va mangiare dolci e tutte queste cosette intriganti, ma nelle dovute maniere.

Daniele Mensi – Granfondo

Personalmente dopo il periodo di riposo dicembre è il mese dove ricomincio a gettare le basi per la nuova stagione. Cerco di gestire e di tenere un’alimentazione controllata e “sgarrare” una volta a settimana e ovviamente nei vari pranzi/cenoni. Sulle sedute di allenamento, poi, alterno delle uscite in bici a sedute in palestra e delle camminate.

 

mensi

 monzoni Federico Monzoni – Downhill

Sicuramente il periodo invernale mette a dura prova la nostra forma. Personalmente non è mai stato semplice per me dosare la giusta quantità di cibo con un numero adeguato di allenamento. La cosa importante secondo me sta nel mangiare pianificando un buon programma alimentare, lasciando di tanto in tanto spazio per qualche “vizio”. Per quanto riguarda l’allenamento, fare dell’attività aerobica come corsa, nuoto e similari, può fare la differenza. Detto ciò vedremo se ciò che ho scritto avrà dato i suoi frutti nella prossima stagione, ahah.

Chiara Pastore – Enduro

L’inverno è un periodo cruciale per la bici, soprattutto per chi soffre il freddo e ama mangiare… come me. Io cerco di risolvere, o quantomeno tamponare, questi problemi integrando la bici con degli sport alternativi come la corsa (che mi permette in poco tempo di bruciare più calorie senza patire freddo), sessioni in palestra e, visto il periodo, anche qualche sciata (sia fondo che discesa). Durante il periodo natalizio non ci si può sottrarre alle cene di rito, ma piuttosto che trattenermi a tavola preferisco intensificare l’attività fisica dopo o prima di una bella mangiata… e se bisogna eliminare i chili di troppo un paio di volte a settimana faccio qualche breve sessione di allenamento a stomaco vuoto.

 

pastore

 martapastore Marta Pastore – Cross country /Granfondo

L’inverno dal punto di vista alimentare è sempre un periodo critico. Inevitabile aggiungere 2 o 3 kg al peso forma, anche visti i carichi in palestra che di solito si fanno e la muscolatura che aumenta. Personalmente preferisco non limitarmi troppo sul cibo, mangio di tutto e fortunatamente non sono una persona troppo golosa. Nei periodi di fame esagerata cerco di mangiare tanta frutta fresca o secca. Le festività sono sacre e non mi trattengo nel mangiare ma compenso poi cercando di stare più attenta durante gli altri giorni.

Nicholas Pettinà – Cross country /Granfondo

Il controllo del peso è un fattore del tutto personale. Essere atleti implica anche essere equilibrati nel peso durante  tutto l’anno. Io, ad esempio, non son particolarmente attento durante il periodo invernale, per diversi motivi. Il primo è che considero salutare il fatto di ingrassare un po’ d’inverno. Secondo svolgo attività fisica quotidianamente e quindi non risento particolarmente dell’aumento di peso sopratutto se lontano dalle gare! Inizio da gennaio ad aumentare la lunghezza delle uscite per bruciare più grassi.

 

pettinà

 porro Samuele Porro – Granfondo

Secondo me il periodo invernale è perfetto per sbizzarrirsi con nuovi sport, alternativi alla bicicletta. Se infatti col brutto tempo e le giornate corte risulta difficile fare delle belle pedalate, può essere più comodo fare jogging o trekking, stando al caldo di una palestra una lezione di crossfit e al chiuso di una piscina un corso di nuoto. Insomma, essendo il periodo agonistico ancora lontano è opportuno staccare con la testa e divertirsi facendo nuove esperienze e magari imparando qualcosa di nuovo. Per i chili di troppo non c’è fretta, dopo le feste si penserà anche a quello, intanto può far comodo per stare un pochino più protetti dal freddo!

Juri Ragnoli – Granfondo

Credo che lasciarsi andare durante le feste con pranzi in famiglia, panettoni e cenoni vari sia sacrosanto ed utile sia per il morale che per passare in maniera meno indolore l’inverno, sia dal punto di vista mentale che fisico, visto che il grasso è la miglior protezione dal freddo. Questo però devono essere delle eccezioni che si esauriscono assieme alle feste, dopodiché si dovrebbe tornare ad un regime quotidiano senza la premura di perdere tanti chili in poco tempo. Oltre ad i soliti consigli su limitare alimenti grassi e aumentare verdura e frutta, un ulteriore consiglio che posso dare è fare particolare attenzione al pasto serale: se ci si può permettere un dolce a colazione va assolutamente evitato la sera, privilegiando un pasto leggero, d’altronde quanta energia può servire per dormire?!

 

ragnoli

 ravaioli Gaia Ravaioli – Enduro

Effettivamente il periodo novembre-dicembre è il più a rischio sotto il profilo metabolico. Personalmente preferisco prevenire piuttosto che curare: correre ai ripari a gennaio, magari con una dieta troppo drastica, potrebbe precludermi, proprio in un periodo così fondamentale per la stagione a venire, di allenarmi con la massima concentrazione.

Andrea Righettini – Cross country /Granfondo

In questo periodo dell’anno è inevitabile lasciarsi andare un po’ di più a tavola. Secondo me fa bene alla testa e al fisico dato che per affrontare il freddo un po’ di grasso in più non guasta. Sicuramente non bisogna esagerare ma c’è tutto il tempo per smaltire per bene. La stagione sarà lunga e dispendiosa.

 

righettini

 ronchi Luca Ronchi – Granfondo

Io parto dall’idea che “non si ingrassa da Natale all’Epifania, ma dall’Epifania a Natale”… questo per dire che se si mangia in modo corretto durante l’anno, nel periodo delle feste è giusto lasciarsi andare ai piaceri della tavola e concedersi degli “strappi alla regola”. Certo questo potrebbe comportare un aumento del peso, ma niente che non possa essere bruciato con un regime alimentare un po’ più controllato nei giorni successivi e con qualche uscita un po’ più lunga in bicicletta, magari una corsetta o passeggiata prima di fare colazione. Non mi addentro negli aspetti alimentari, perché la materia non è di mia competenza e ognuno di noi ha bisogno di un proprio schema alimentare.

Eloise Tresoldi – Cross country

Purtroppo l’unico modo è non fare sgarri, mangiare quanto necessario in base a quello che si è bruciato, il mantenimento del peso è fondamentale per qualsiasi sportivo! Anche se si tratta del periodo invernale dove fa freddo, ci si copre e quindi non si noterebbero certi arrotondamenti, bisogna fare sacrifici e non cedere alle tentazioni della golosità! Le eccezioni però non devono mancare, ad esempio nei giorni di festa come Natale e Capodanno il trasgredire è d’obbligo, nella vita bisogna pur concedersi qualche sfizio, ma se fatto con la testa e solo nelle occasioni speciali non si vanificherà tutto quello che si è costruito fin’ora con le necessarie attenzioni e restrizioni.

 

tresoldi

 valdrighi Stefano Valdrighi – Cross country

Io non ho questi problemi perché sto sempre attento all’alimentazione, anche nel periodo natalizio, e il mio consiglio è di non esagerare con il cibo perché poi è difficile riacquistare il peso forma, soprattutto se ci sono impegni importanti a breve termine.

Edoardo Xillo – Cross country

Per come la vedo io durante le giornate fredde e corte é essenziale anche correre a piedi, dove é necessario anche meno tempo fuori per fare un allenamento molto produttivo.

 

xillo

Tutti i sondaggi che vedono coinvolti gli atleti li trovate qui.



Share this:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *