Ciclo Promo Appennino Superbike 2015: se il buon giorno si vede dal mattino

Comunicato stampa

DA PIAZZA A PIAZZA 1

Usiamo pure questo vecchio proverbio, per radiografare la prima tappa dell’innovativo circuito Ciclo Promo Appenino Sbk 2015.
In effetti, a Prato, si è avuto il record di partecipazione alla tradizionale manifestazione di mountain bike da Piazza a Piazza (iscritti 950 bike)  gara inserita in altri circuiti, e che vanta sempre un fascino particolare << Il fatto di unire le nostre gare con altri circuiti è indubbiamente un modo utile, ed apprezzato, per far conoscere il circuito- ci dice Massimo Stermieri- ma nello stesso modo è palpabile come unire le forze possa dare un input maggiore, ed un ulteriore interesse, alle gare, ai circuiti, al movimento off road. Facciamo i complimenti al comitato organizzatore dell’Avis Verag, agli atleti. Abbiamo iniziato alla grande anche perché in un contesto così importante, anche i nostri sponsor, oltre a dare un valore aggiunto al circuito, hanno un importante richiamo a livello di immagine e promozione>>

Prima di analizzare la gara, facciamo un passo indietro, e rimarcare alcuni aspetti organizzativi, che evidenziano anche la volontà dello staff dell’Appenino Sbk 2015, di dare all’atleta, alla società, al pubblico, che arriva alla competizione, un’immagine professionale dell’evento.

Impeccabili nell’esporre su un ampio raggio, le frecce che indicavano la logistica della gara; impeccabili nel consegnare ai team una cartella che riassumeva le zone dei ristori, specificando il tracciato da percorrere per arrivare alla mèta. Impeccabili nel gestire la partenza, momento cruciale della gara; impeccabili nel valorizzare l’area team, l’area expo, le premiazioni.

Ore 9.30 la partenza. Due i tracciati in programma. I 72 km (con oltre 2000 metri di dislivello, in parte modificato rispetto alla scorsa edizione) e e quello dei 50 km (dislivello sui 1300 metri).
Nel Medio arriva la vittoria di Luca Rossi (Biking Team Arezzo) che copre il tracciato in 2h21’07”; secondo Daniele Malusardi (Green Devils) ad oltre tre minuti, e terzo, il giovane Junior  Alessandro Chiti (Scapin Soudal).
In campo femminile vittoria della solare Roberta Monaldini (2h54’41”) giunta 64^ assoluta, precedendo di quasi due minuti Emanuela Cerchiè (Ciclissimo Bike), mentre Susanna Chaussadis (Bike Pionieri), terza, chiude in 3h01’46” .

Per quanto concerne il Marathon, in campo femminile, Daniela Veronesi (Torpado) concede il bis (avendo vinto l’anno scorso) conquistando il suo terzo successo alla gara toscana. Tempo della vincitrice 3h50’00” chiudendo 69^ assoluta. L’atleta nata a San Marino, è sempre stata davanti alla corsa. Alle sue spalle, sempre seconda, Pamela Rinaldi (Ciclissimo Bike), mentre nel finale,Alice Lunardini (Cicli Taddei) riesce a raggiungere e superare Cristina Roberti trovando uno splendido terzo posto.

In campo maschile la gara è stata molto interessante. Davanti sono i biker della Scott Racing Team e della Cicli Taddei a fare la corsa. Buona la prova anche del sudafricano Travis Wlaker (Full Dinamix) che chiuderà settimo. Nel finale, il bresciano Juri Ragnoli, trova energie per distaccare un mai domo Francesco Casagrande, vincendo con l’ottimo tempo di 3h01’28”.Secondo l’ex ciclista pro della Taddei, e terzo, l’altro ex pro della società di Santa Croce sull’Arno, Francesco Failli. Ottimo quarto un altro ex pro, Paolo Colonna (Scott) che precede i due alfieri della Taddei, Nicola Testi e Lorenzo Pellegrini. Poi Wlaker, che precede il bresciano De Giuli (Scapin Soudal) ed il lecchese Simone Colombo (Ktm Protek Dama) il migliore assoluto tra i master. La top ten viene archiviata dall’arrivo di Sauro Nocenti (Cavallino).

Prossimo appuntamento con il circuito Appenino Sbk 2015 il 7 giugno con la Casentino Bike a Bibbiena (Ar)

Info e classifiche sul nostro sito  (www.appeninosuperbike.it) ricordando che le classifiche di Prato le troverete sul portale www.tds-live.com.

IT - 728x90