BresciaCup – #1: una “Freccia-Rossi” a Braone

Comunicato stampa

 

Lo Junior del Bianchi i.Idro Drain detta legge al 4º Mem. Riccardo Prandini dopo una lunga battaglia a quattro. Tra le donne è della nazionale Chiara Teocchi del Bianchi i.Idro Drain il miglior tempo. Boom di iscritti alla prima della Bresciacup 2015 che si apre all’insegna dei giovani e della spettacolarità del cross country.

Inizio migliore non ci poteva essere per il Circuito Bresciacup 2015 che al 4º Mem. Riccardo Prandini si apre con una splendida vittoria di Giorgio Rossi, Junior del team Bianchi d.Idro Drain, che ha dato vita ad una lunga, entusiasmante sfida lungo le quattro tornate del tracciato. Ma la splendida vittoria di Rossi non è altro che la punta dell’iceberg di una prova d’apertura dai mille significati per l’edizione numero undici del circuito off-road bresciano per eccellenza.

La giornata si apre subito con il grande spettacolo agonistico delle categorie giovanili. 77 promesse del fuoristrada, tra esordienti ed allievi, si sono dati battaglia alle ore 09.00 in Gara 1 sfidandosi sul tracciato di 5900 mt disegnato con cura e meticolosità dai ragazzi del Gnani Bike Team. Un accattivante mix di salite, single trak, discese veloci, tecniche e passaggi caratteristici nel centro storico di Braone hanno fatto da cornice alla bagarre. Il primo biker a tagliare il traguardo è Davide Zanoletti (Team Bike Rocks) che vince tra gli Esordienti del 2º anno davanti a Giovanni Pagani (Alba Orobia). Giulio Viscardi e Marco Curti mettono invece a segno una bellissima doppietta targata Alpin Bike Edilbi tra gli Esordienti del 1º anno mentre la compagna di squadra Letizia Matalli è prima tra le Donne Esordienti 2º anno e Marta Zanga (Team Bramati) vince tra le Donne Esordienti 1º anno.

Andrea Martinelli (Melavì Focus Bike) è invece il primo bikers a completare le due tornate del tracciato di Braone conquistando la vittoria tra gli Allievi 2º anno davanti al compagno di squadra Bruno Marchetti. Nel nome del sodalizio valtellinese anche la classifica degli Allievi 1º anno che vedono la vittoria di Marco de Piaz (Melavì Focus Bike) che vince davanti a Riccardo Caspani (Valdidentro Bike). Gli allievi al femminile sono nel segno di Katia Moro (Pavan Free Bike) che lotta sul filo dei secondi con Francesca Baroni (Melavì Focus Bike) che giunge seconda tra le allieve 2º anno mentre Ilaria Pola (Melavì Focus Bike) è prima tra le allieve 1º anno.

Tre sono invece le tornate previste per le categorie femminili maggiori che si sono sfidate alle ore 10.00 prendendo il via nell’affollatissima Gara 2 assieme ai colleghi delle categorie maschili. A vincere, e convincere, tra le Donne Elite è ancora una volta l’azzurra portacolori del team Bianchi i.Idro Drain Chiara Teocchi che si aggiudica la vittoria assoluta precedendo un agguerrita Ulderica Tresoldi (Team Bramati) vittoriosa tra le Elitesport Woman. La campionessa bresciana Roberta Seneci (Rosola Bike) è prima tra le Master Woman 2 davanti a Daniela Poetini (US Sellero) mentre Silvia de Piaz (Melavì Focus Bike) è vittoriosa tra le Junior Donne precedendo Silvia Ferazzini (Team Bike Rocks).

CHIARA_TEOCCHI

Ma se i giovani talenti hanno emozionato e le atlete rosa hanno poi incantato gli spettatori del 4º Mem. Riccardo Prandini, è toccato poi alle categorie maggiori regalare il grande spettacolo agonistico tanto atteso sul tecnico tracciato di Braone. Ad animare la corsa è subito un terzetto di biker che provano fin dalle prime rampe a fare la selezione. È proprio il giovane Giorgio Rossi ad accendere la miccia sfidando a viso aperto uno dei senatori della mountain bike amatoriale mondiale come Carlo Manfredi Zaglio (Rosola Bike). Zaglio prova a rispondere alle sparate di Rossi mentre alle sue spalle è un altro giovane, Daniel Tassetti (Team Todesco), che prova a tenere il ritmo della testa. Ma basta una prima tornata a rimescolare le carte in gioco. Alle spalle della testa, a pochissimi secondi, rinviene il terzetto composto da tre atleti di casa che tanto ci tengono a fare bene.

GIORGIO_ROSSI

Stefano Rizza (Boario), Enzo Gnani (Gnani Bike Team) ed Andrea Tosi (US Sellero) riescono a riagganciare i fuggitivi mentre alle loro spalle inizia a rimontare pericolosamente anche il neo élite Nicola Bazzani (Bi&Esse Carrera). Tassetti accusa lo sforzo ed all’inizio della terza tornata inizia a lasciarsi sfilare dai primi mentre in testa alla corsa si forma un gruppetto con quattro atleti. Rizza conduce assieme a Zaglio, Rossi e Tosi mentre Gnani segue a pochi metri di distacco. Rossi non vuole rischiare e cerca in tutti i modi di avvantaggiarsi riuscendo a guadagnare una manciata di secondi su di un agguerrito Tosi che a sua volta prende qualche metro su Rizza e Zaglio. Dopo quattro tornate è quindi Giorgio Rossi, giovane talento della mountain bike e del ciclo cross, a festeggiare a braccia alzate la sua prima vittoria assoluta alla Bresciacup fermando il cronometro sul tempo di 01:16:55.

Alle sue spalle è Andrea Tosi, vittorioso tra gli Elitesport 2, a giungere in seconda posizione davanti ad un indomabile Carlo Manfredi Zaglio, vittorioso tra i master 4, che proprio sul finale recupera e supera uno Stefano Rizza, primo tra i master 1, sugli scudi mentre Enzo Gnani, primo tra i master 2, chiude in quinta posizione. Simone Vecchia (Manuel Bike) vince tra gli Elitesport 1, Alessio Bongioni (Giangi’s Bike) tra i master 3, Natale Bettineschi (Boario) tra i master 5 e Roberto Viviani (Rosola Bike) tra i master 6+.

PODIO_ASSOLUTO_BRAONE

Hanno detto:
Giogio Rossi: “Una bella vittoria, ma sudata fino alla fine. Qui a Braone ho trovato un’ottima organizzazione ma soprattutto un grande tracciato di gara ed un alto livello degli atleti in gara. Ho provato più volte ad andarmene ma Tosi conosceva molto bene il tracciato ed era difficile staccarlo, così ho risparmiato le energie per il finale e tentare il tutto per tutto negli ultimi chilometri. Ed è andata bene!”

Carlo Manfredi Zaglio: “Questi giovani mi hanno fatto diventare matto, ma è giusto così! Non è stato facile tenere il ritmo di Rossi e Tosi così ho dovuto giocare d’esperienza per avere la possibilità di salire sul terz gradino del podio assoluto. Ma in fondo è bello vedere che la mountain bike inizia ad alimentarsi con forze nuove. Tanti giovani oggi a Braone, un plauso all’organizzazione per l’ottimo lavoro sul tracciato e per tutta la gestione di gara. I miei complimenti alla Bresciacup per aver creduto nel proprio progetto ed i risultati parlano chiaro!”

Chiara Teocchi: “Sono molto contenta della mia gara soprattutto è importante per la mia preparazione in vista dei prossimi appuntamenti importanti nella stagione nazionale ed internazionale. Qui a Braone ho trovato un percorso come mai se ne vedono in gare regionali. Se questo è il biglietto da visita della Bresciacup 2015 credo che le aspetttavie per le prossime prove siano ottime e penso proprio che verrò più spesso sia per mettermi alla prova con le avversarie sia per rifinire la preparazione in occasione degli appuntamenti di coppa del mondo.”

LEADERS_DOPO_BRAONE

Tutte le classifiche del 4º Mem. Riccardo Prandini che le generali aggiornate sono già disponibili e scaricabili sul nostro sito web ufficiale cliccando a questo link: http://www.bresciacup.it/sito/pagina.aspx?Id=441

Il calendario 2015 della Bresciacup:
domenica 29 marzo: Braone – ID gara: 77273 – JUST DO IT
sabato 25 aprile: Agnosine – ID gara: 77275
venerdì 1 maggio: Tremosine – ID gara: 67174
domenica 24 maggio: Rezzato – ID gara: 77279
domenica 2 agosto: Sellero – ID gara: 77283
domenica 23 agosto: Niardo – ID gara: 77284
domenica 20 settembre: Nave – ID gara: 77290

Seguite il circuito Bresciacup attraverso il sito web ufficiale www.bresciacup.it, su Facebook cliccando sulla pagina ufficiale Circuito Bresciacup oppure su Twitter seguendo BScup15.