Appennino Enduro Trophy – #5: De Silvi e la Rinaldi, successo a Guardiagrele

Comunicato stampa

Nello splendido scenario del parco della Majella, circa 90 concorrenti si sono misurati tra loro su tre prove speciali che percorrevano alcuni dei bellissimi sentieri enduro presenti in questa zona.

Affluenza leggermente sotto tono per questa tappa, probabilmente a causa della vicinanza dal rientro dalle ferie molti non erano in forma, ad esempio il leader del circuito Pietro Chinucci costretto al ritiro a causa di problemi fisici che gli impedivano una guida lucida e veloce come è abituato ad avere.
Gara ricca di colpi di scena sin dalla prima prova speciale, quando uno degli organizzatori e curatori delle piste, preso dalla foga (e probabilmente in “confusion” per lo stress organizzativo) ad un incrocio ben segnalato e visibile, lasciava la PS 1 imboccando erroneamente la PS2.
Inutili i richiami del personale di percorso e del pubblico, tra l’altro numeroso: ormai lanciato sulla PS sbagliata, l’ha percorsa fino in fondo realizzando indubbiamente il tempo migliore di tutti (è arrivato infatti addirittura prima dei giudici).

guardia2

La PS1 è uno dei classici della zona, la “Diacca”: una pista ritmica e adrenalinica, con passaggi ripidi e scivolosi che spezzano zone di roccia e terra dal grip eccezionali; una pista da fare tutta d’un fiato saltando fra sponde e rocce fisse, impostando traiettorie su radici, linee di drop consecutivi e curve con appoggio.
Su questa prova si è imposto il pilota di casa, seppur tesserato con l’ASD BiciDaMontagna.com: Fabio Di Renzo si aggiudica la PS davanti a De Silvi Antonio di ASD Bike Shock, distanziandolo di ben 10 secondi. Terzo Angelo Pantaleone sempre per ASD Bike Shock.

La PS2 era la prova più lunga e per certi versi più impegnativa; una prima sezione ad altissima velocità seguita da una lunga parte scorrevole nel bosco, piena di ritmo su terra e rocce fisse, culminante in una serie di ripidoni progressivamente più tecnici e impegnativi e seguiti da un singletrack lunghissimo, stretto e dannatamente veloce.
Quando le gambe sembrano esplodere si arriva alla carrareccia pedalata e veloce su rocce smosse, alla quale segue un bel rock garden pedalato tanto per dare il colpo di grazia a chi ha ancora energie da spendere.
In questa prova conquista il miglior risultato Antonio De Silvi, che si impone davanti a Carlo Geraci di ASD Attitude con un solo secondo di vantaggio. Segue Fabio Di Renzo ad appena 19 secondi di distacco accumulati per un piccolo errore.

Anche la PS 3 è stata un prova molto tecnica: dopo un breve tratto senza particolari asperità, alternato da banchi di roccia e radici, si accedeva ad un bellissimo e tecnico rock garden dove a causa della pendenza e delle asperità bastava una linea sbagliata o una velocità inadeguata per trovarsi in difficoltà.
La seconda parte della PS è invece un viaggio ad altissima velocità su un singletrack di rocce fisse dove galleggiare e resistere sono le parole d’ordine, vietato sbagliare.
Dai risultati delle precedenti ci si aspettava una bella bagarre alla PS3 tra Di Renzo e De Silvi, entrambi piloti locali ben conoscitori delle piste e che hanno contribuito moltissimo nel prepararle per la gara; una rovinosa caduta di Di Renzo nel rock garden gli ha impedito di continuare la sfida contro De Silvi.
Arriverà secondo Luca Angelone di ASD Bike Shock con 27 secondi di distacco, seguito da Stella Dante di ASD Bike Pro con pochissimi decimi di distacco.

Vincitore della tappa sarà Antonio De Silvi di ASD Bike Shock, seguito dal compagno di squadra Luca Angelone e da Carlo Geraci di ASD Attitude.

guardia4

guardia12

Completare tutta la gara su una bici front era un’impresa davvero per pochi, ma c’è riuscito Fabrizio D’Elisiis di ASD UNION, primo ed unico di categoria.

La competizione assegnava le maglie di campione regionale FCI di categoria, rispettivamente vinte da:
Antonio De Silvi, ASD Bike Shock – categoria Elite Sport,
Stella Dante, ASD Bike Pro – categoria M1,
Geraci Carlo, ASD Attitude – categoria M2,
Fabellini Vito, ASD Attitude – categoria M3,
Angelo Pantaleone, ASD Bike Shock – categoria M4,
Spadaccini Saverio, ASD Bike Pro – categoria Junior sport,
Francesca Liberati, ASD attitude – categoria donne.

guardia3

Appuntamento alla tappa conclusiva del circuito il 20 settembre a Urbania dove l’organizzazione della tappa e del circuito stanno preparando delle bellissime sorprese per una valida conclusione di un circuito tra i più seguiti e interessanti del 2015!

Ringraziamo gli sponsor del circuito che hanno fornito logistica e premi tra i quali SantaCruz, Scott, O’Neal, ITAS Assicurazioni, Muc-Off, G-Form, Rie Cycle Company e ProAction, e gli sponsor locali: inStamperia Digitale di Pescara che ha realizzato tutto il materiale pubblicitario e per la gara, Parco Naturale Majella, Deuter, DHSign, la pizzeria Il Girasole di Montesilvano, la gelateria Il Simposio di Chieti.

Classifica completa qui.