Appennino Enduro Trophy – #3 & Coppa Lazio Enduro – #3: a Stefano Chiri e Monia Pierini la Tuscia Enduro

Comunicato stampa

13516234_1706607542927275_3971347631617745772_n

A Soriano nel Cimino (VT), nello splendido scenario della Faggeta del Monte Cimino si è svolta la sesta edizione della Tuscia Enduro 2016 terza tappa Appennino Enduro Trophy e tappa della Coppa Lazio FCI 2016 organizzata dai ragazzi dell’asd. Faggeta Gravity Park in collaborazione con l’asd BiciDaMontagna.com.

Anche quest’anno un successo sotto tutti i punti di vista, ben 140 iscritti di cui 11 erano categoria giovanile (Allievi ed Esordienti) e 6 donne. Dopo il primo lungo trasferimento che portava i concorrenti in cima alla Faggeta, si iniziava percorrendo la PS1 “AlBivio”, pista storica della zona con bellissimi tratti flow ed alcuni passaggi tecnici intervallati da due rilanci che hanno messo alla prova i concorrenti.

Il più veloce è stato Stefano Chiri (asd Six Inch) che ha concluso con un tempo di 6:12 seguito da Macjon Kacper Filip e Pietro Chinucci entrambi associati all’asd BiciDaontagna.com. Conclusa la PS1 i concorrenti hanno affrontato il secondo trasferimento, ma ultima risalita della giornata visto che PS2 e PS3 erano praticamente consecutive. La PS2 è stata quella più temuta ed apprezzata, svoltasi su una traccia totalmente rivisitata che infatti portava il nome “Granpicchio 2.0”, una evoluzione della vecchia omonima pista, che alternava tratti molto flow con passaggi tecnici e ripidi, curve e pietraie che hanno messo a dura prova la tecnica dei concorrenti. Vincitore di questa prova speciale con un tempo di soli 7:10 è stato nuovamente Stefano Chiri che ha messo quindi una grossa ipoteca sul risultato finale della gara, seguito da Samuele Grossini della asd RuotaLibera e da Antonio De Silvi di asd Bike Shock. Il brevissimo trasferimento di appena 8 minuti ha portato i concorrenti alla partenza della PS 3, la classica e storica “TreArchi”, dove si imponeva Samuele Grossini con un tempo di 3:45 seguito da Macjon Kacper Filip e terzo Stefano Chiri. Questa ultima prova speciale è stata utilizzata dalle categorie giovanili che l’hanno però ripetuta due volte grazie al servizio bike shuttle di mountainbikeeasy.it con ben due maestri FCI quali accompagnatori.

Perfetta l’organizzazione messa sul campo in quando tutte e tre le PS si svolgevano in contemporanea, anche grazie ai volontari della Protezione Civile FAVL di Viterbo. Nonostante la possibilità di scegliere tra ben 9 piste, la scelta dell’organizzazione è stata azzeccata con tre prove speciali che hanno messo a confronto tutte le caratteristiche agonistiche di un corridore MTB Enduro. Ne è risultata una gara ne troppo discesistica ne troppo pedalata perfettamente equilibrata. Degna di nota l’ottima l’iniziativa del sabato antecedente la gara dove delle guide di BiciNatura.it hanno accompagnato oltre 30 cicloturisti-enduro lungo i trasferimenti e le prove speciali della gara, ottimo modo per far espandere questo sport e far realizzare ai più scettici che un percorso di gara differisce da un percorso All Mountain solo per i tempi di percorrenza e la tabella porta numero. Tornando alla gara, la classifica è stata esposta 20 minuti dopo l’arrivo dell’ultimo concorrente mentre tutti erano impegnati al Pasta party offerto dall’organizzazione.

Nella classifica generale primo assoluto Stefano Chiri asd Six Inch che quest’anno è particolarmente in forma, seguito da Macjon Kacper Filip asd BiciDaMontagna.com a soli 11 secondi di distacco, e dopo quasi un mese di assenza dai campi di gara, terzo Samuele Grossini di Asd Ruota libera distaccato da Chiri di soli 15 secondi. Per le Donne Monia Pierini asd Cicli Cingolani con un tempo totale di percorrenza PS di 23:42 occupava il gradino più alto del podio, seguita da Ballesini Stefania asd Gualdo Tadino e dalla campionessa regionale Lazio Annalisa Puracchio asd Bikus in terza posizione. Vincitore categoria Allievi Antonini Jimmy Vince asd Union con un tempo di percorrenza della PS3 di 4:08 tempo che in classifica generale lo avrebbe visto al 13º posto assoluto tra gli adulti, seguito da Marinelli Marco asd Olimpia TeamBike Mazzocca e Lozzi Luca asd Bikus. Per gli Esordienti Cristiano Mastrojenni asd ProBike racing team occupava il primo posto seguito da Paolo Morandi e Nazzareno Costanzi asd Scuola MTB & Enduro di Viterbo . Per quanto riguarda le categorie gli Elite Master primo Chiri Stefano seguito da Macjon Kacper Filip e Antonio De Silvi, categoria M1 Pietro Chinucci seguito da Fabrizio Filippi e Mario Ranucci, categoria M2 Matteo Carpisassi, Ernesto Verona e Paolo Reali, categoria M3 Samuele Grossini, Giampaolo Gambelunghe e Simone Seri, categoria M4 Paolo Liberati, Giorgio Marconi e Antonello Lupattelli, categoria M5 Andrea Prati, Marcello Marco Vezio e Santucci Massimiliano. Il circuito AET è ancora tutto da giocare, il leader di classifica Fabio Di Renzo a causa di un infortunio non era in piena forma e senza provare la gara si è classificato 11º. Gli inseguitori si sono fatti sotto ma anche Fabio non starà a guardare e la prossima tappa che si svolgerà il 10 Luglio a Gualdo Tadino (PG), siamo sicuri che sarà una battaglia all’ultimo centesimo di secondo. Un particolare ringraziamento all’amministrazione comunale sempre più sensibile e interessata verso questo sport e agli sponsor del circuito che hanno offerto molta della logistica per la premiazione e per la gestione di gara: Santa Cruz, Bi-Bike, O’Neal, Scott, ProAction, Barbieri PNK, BSC Bike Suspension Center, Azonic, SixPack, HT, ProGold, Muc-Off, ResolvBike, PRD Sport, RIE Cycling company, BiciDaMontagna.com e gli sponsor locali della singola manifestazione che sono stati Endura, 4Guimp e mountainbikeeasy.it per il servizio shuttle.

Classifiche complete qui.

Prossima prova dell’Appennino Enduro Trophy il 10 luglio a Gualdo Tadino (PG) mentre la Coppa Lazio Enduro ritorna l’11 settembre a Cervaro.