Acquisto di un usato: cosa bisogna sapere



Come per l’acquisto di un auto usata, anche per la mountain bike trovare una buona occasione non è molto semplice. E se per l’automobile esiste una documentazione dei vari interventi e la garanzia, in quest’ultimo caso quando acquistata presso un concessionario, lo stesso non vale per la bici, anche perchè il più delle volte viene acquistata da un privato. Tuttavia l’acquisto dell’usato fa gola a molti in quanto consente di avere un mezzo performante con un notevole risparmio sul prezzo. Vediamo, quindi, come poter procedere qualora interessati a questo tipo di acquisto.

Da dove cominciare

Se non si conosce già qualcuno che ha messo in vendita la propria bici, allora si potrebbe iniziare da un negozio. Questi ultimi, infatti, spesso hanno in vendita delle ottime occasioni di usato, se non addirittura buone offerte sul nuovo dell’anno precedente.

Se poi siete fortunati potreste anche trovare delle bici da test, mezzi almeno di media gamma ed utilizzati solo per brevi uscite. Varrà la pena, poi, fare visita anche a qualche servizio di noleggio, dove con una certa frequenza le bici vengono sostituite per rinnovare il parco e vi si potrebbero quindi trovare ottimi affari.

930UsedPanoRogerDoorLGWeb

Acquistare da un privato

L’acquisto da un privato è chiaramente quello più frequente, vista anche la massiccia presenza di inserzioni che ormai si trovano sui siti internet anche non specializzati nel settore.

Sarebbe opportuno cercare di prendere contatti con le persone che abitano abbastanza vicino, in modo da poterle incontrare per toccare con mano il mezzo messo in vendita. Meglio se l’incontro avvenga presso l’abitazione della persona in questione, in questo modo si potranno anche scongiurare eventuali bidoni da parte di persone disoneste delle quali non si sa neanche dove abitano. Una volta sul posto, si potrà valutare con attenzione l’eventuale acquisto, magari provando la bici, ed avere anche più tempo per decidere perchè si potrà ritornare dalla persona in un secondo tempo vista la breve distanza.

Recarsi presso l’abitazione del venditore ha anche un altro vantaggio. Si avrà modo, infatti, di verificare con i propri occhi il modo in cui si prende cura della propria bici, semplicemente osservando il posto in cui la custodisce. Ad esempio, un garage tenuto ben pulito e con la presenza di ottimi attrezzi per la manutenzione significa che il venditore è abituato a prendersi molta cura della sua bici.

Attenzione alle bici rubate

Nel caso di acquisto da privato ci si potrebbe anche imbattere in un venditore di un mezzo rubato. Cercate, per quanto possibile, di avere la documentazione di acquisto del mezzo ed attenzione anche all’eventuale contraffazione di quest’ultimo. Un altro campanello d’allarme potrebbe essere anche un prezzo troppo basso rispetto al reale valore della bici. Un ladro, infatti, tende a disfarsi il prima possibile della merce rubata e questo lo porta sicuramente a offrire dei prezzi molto bassi rispetto al reale valore di mercato. Ciò può valere, ovviamente, anche nel caso di una persona che non ha rubato la bici ma che conoscendone alcuni gravi problemi desidera disfarsene rapidamente.

Occhio alla taglia

A volte quando si trova un buon affare si tende a chiudere un occhio sul fatto che non sia la giusta taglia, e questo è un grave errore. Si è portati a credere, infatti, che possa bastare sostituire l’attacco o spostare la sella, ma questo si rivelerà ben presto uno sbaglio, e invece di aver concluso un affare si finirà con l’aver buttato i soldi in un mezzo che poi non asseconderà durante la guida in quanto non adatto alle proprie misure.

Sarà opportuno, quindi, avere fin da subito bene in mente qual è la propria taglia ma anche saper bene interpretare la tipologia delle misure utilizzate dai vari costruttori, che solitamente utilizzano dalle 4 alle 6 taglie per le proprie bici. Il discorso si complica se ci si trova a cavallo tra due taglie, ad esempio se l’altezza è tra i 178 e i 180 cm, in quanto ci si troverà indecisi nella scelta tra una M e una L. In questo caso entrano in gioco diversi fattori che per chi non ha esperienza potrebbero destare molti dubbi, e in questi casi sarà meglio affidarsi a chi ne sa di più, come un negoziante o un amico più esperto.

SB5cGeo-copy

Cosa controllare

Sarà necessario osservare con accuratezza lo stato del telaio, soprattutto nei punti di maggior sollecitazione. Per cui anche con una piccola torcia e magari una lente di ingrandimento si dovranno osservare bene le zone di saldatura nonchè quelle di articolazione della sospensione per una full, passando anche le dita sulle zone di osservazione per verificare l’eventuale presenza di avvallamenti o di segni “strani”. Potrà essere utile, a tale scopo, visionare i nostri ultimi video tutorial di manutenzione che parlano proprio del controllo del telaio e del carro.

Le ruote devono scorrere liberamente e non devono mostrare deviazioni laterali. Bisogna accertarsi anche dell’eventuale presenza di rumori strani nei ruotismi. Sarà utile poi una controllata anche ai raggi e ai nippli.

DSC_0149

La presenza di giochi nell’asse del mozzo, o nel carro per una full, può significare che il mezzo è stato molto sollecitato per cui occorrerà valutare attentamente l’acquisto, magari verificando lo stato dei cuscinetti e delle sedi.

La trasmissione con molta probabilità necessiterà di una sostituzione di cavi e guaine, l’importante però è che non vi siano difficoltà nell’azionamento delle leve dei comandi e problemi ai ruotismi dei pedali e del movimento centrale.

Bloccata la forcella e tirato il freno anteriore, scuotere avanti e indietro la bici per verificare l’eventuale presenza di gioco nella serie sterzo. In caso positivo, il più delle volte basterà registrarla. Anche in questo caso può venirvi in aiuto un nostro video tutorial, quello sulla serie sterzo.

Spesso provare la bici su un percorso sterrato può rivelare già qualche problema, per cui pretendete una prova ed in caso di rifiuto lasciate perdere l’acquisto.

DSC_0046

Summer Sale wk28 - 728x90  
 
 

Share this:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *