Cape Epic – #Prologo: Fumic-Avancini primi, Porro-Medvedev terzi




E’ partita questa mattina con il prologo l’edizione 2017 della Absa Cape Epic, l’impegnativa marathon a coppie che si svolge in Sud Africa e che si concluderà domenica prossima dopo sette tappe impegnative.

17389152_10155242042548319_9058669430680970532_o

Il prologo di oggi è stato relativamente breve, con i suoi 26 km e 750 metri di dislivello, con partenza ed arrivo a Meerendal Wine Estate. Un tracciato caratterizzato da alcuni tratti spettacolari dalla Table Bay alla iconica Table Mountain, anche se i concorrenti non hanno avuto molto tempo per godere di questa vista.

109.20161004093538.orig

Un prologo che ha visto tagliare vittoriosi il traguardo Manuel Fumic e Henrique Avancini (Cannondale Factory Racing XC).

17349976_10155242015718319_4477562608481920645_o

Un Fumic tutto sorrisi al termine del prologo: “Siamo molto soddisfatti del risultato. Il nostro piano era quello di mettere su un buon tempo e questo è esattamente quello che abbiamo fatto. Ovviamente il prologo è un cross country che si adatta a noi, domani inizia la vera gara“, questo il suo commento di oggi.

17310367_10155242030463319_6498016767362144011_o

A circa un minuto e mezzo di ritardo sono giunti al traguardo Nino Schurter e Matthias Stirnemann.

17390651_10155242032298319_875697291712834281_o

Sul terzo gradino del podio salgono Samuele Porro e Alexey Medvedev, del Team Trek-Selle San Marco, a 1 minuto e 43 secondi di distacco dai vincitori. Per loro un buon inizio di gara.

17349960_10155242034468319_3129505596897615934_o

I primi 10 al traguardo:

ass

17390647_10155242021573319_7974504795790291044_o

Per quanto riguarda gli altri italiani in gara, Damiano Ferraro e Fabian Rabensteiner, team B del Trek-Selle San Marco, hanno concluso il prologo al 13° posto, con circa 5 minuti di ritardo dai vincitori. A seguire, Mirko Pirazzoli e Alessandro Gambino 30°.

Tutti gli italiani classificati:

ita

Nella categoria Mixed, come da pronostico, i più veloci oggi sono stati Jenny Rissveds in coppia con Thomas Frischknecht.

In campo femminile la vittoria è andata alla coppia formata dalla tedesca Sabine Spitz e la sudafricana Robyn De Groot. Dietro le due, con 39 secondi di ritardo, sono giunte Esther Suss e Jennie Stenerhag.

17390377_10155242043843319_8646193991920994810_o

Le uniche italiane in gara, Giuliana Massarotto e Maria Luisa Surico, hanno concluso al 20° posto.

17352183_10212248106019100_5995189355522445270_n

Classifiche complete

Domani è attesa la prima vera tappa, un tracciato di 101 km e 2300 metri di dislivello, con partenza ed arrivo a Hermanus High School, un luogo preferito dai biker in questi ultimi anni, con i suoi percorsi che si snodano lungo la montagna che sovrasta il centro della città e nella lussureggiante Hemel-en-Aarde Valley situata dietro di esso.

110.20161004093838.orig

17310275_10155242019993319_2602458406383309441_o

Share this:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *