A tavola con influenza o raffreddore: dieta leggera, digeribile ma anche nutriente




Immagine

Basta poco per trovarsi con un raffreddore o per contrarre la classica influenza e gli altri mali di stagione. Se il raffreddore o l’influenza ha bussato alla nostra porta, possiamo sostenerci anche con una giusta alimentazione.

Tra dolori articolari e muscolari, mal di testa e febbre, spesso l’appetito scarseggia, soprattutto nei primi giorni dei sintomi, ma il cibo è un ingrediente molto utile per una pronta guarigione. L’alimentazione da seguire deve essere leggera, digeribile e, allo stesso tempo, nutriente, ecco perché, si è messo a punto un regime alimentare pensato per i primi tre giorni d’influenza, ovvero quelli che maggiormente fanno soffrire e durante i quali più fastidiosi sono i sintomi.

Dopo il primo fondamentale consiglio del riposo, accompagnato da una terapia sintomatica preferibilmente consigliata dal proprio medico di famiglia, è indicato seguire questa giornata tipo a tavola con l’influenza:

Colazione: latte, caffè a piacere, zucchero o miele, due fette biscottate.

Metà mattina: una spremuta d’arancia o di pompelmo oppure un’arancia o un mandarancio o due mandarini.

Pranzo: pesce fresco o surgelato lesso; verdure preferibilmente cotte; condire con olio extravergine di oliva e succo di limone; pane tostato; frutta, preferibilmente cotta.

Pomeriggio: un latte caldo con zucchero o miele oppure una spremuta d’arancia o di pompelmo.

Cena: un brodo vegetale con pasta o riso, due/tre cucchiaini di formaggio grattugiato; carne bianca cucinata semplicemente; verdure preferibilmente cotte; condire con olio extravergine di oliva e succo di limone; pane tostato; una porzione di frutta, preferibilmente cotta.

Sono sempre rinnovati, ancor di più in questa occasione, i consigli generali di bere molta acqua a temperatura ambiente, consumare alimenti ricchi di vitamina C (soprattutto agrumi e kiwi) e preferire le carne bianche ed il pesce fra gli alimenti proteici, in quanto più facilmente digeribili.

In fase di guarigione è consigliabile mangiare pastasciutta, aumentare le quantità delle porzioni, e inserire gradualmente tutti gli alimenti, tra i quali i formaggi.

Se l’influenza porta con sé anche sintomi gastrointestinali?

Ecco una giornata tipo per averne sollievo:

Colazione: the con zucchero o miele, due fette biscottate o pane tostato.

Metà mattina: una mela grattugiata con succo di limone.

Pranzo: pesce fresco o surgelato lesso; patate lesse; condire con olio extravergine di oliva e succo di limone; pane tostato; una porzione di frutta preferibilmente cotta.

Pomeriggio: un the con due fette biscottate.

Cena: riso con due/tre cucchiaini di formaggio grattugiato; carne bianca cucinata semplicemente; patate lesse; condire con olio extravergine di oliva e succo di limone; pane tostato. Una porzione di frutta, preferibilmente cotta.

Concludendo…mangiamo meglio e giusto che guariamo più in fretta!

Dott. Luigi Ferritto
FWL Breathing
Via L. Ferritto – 81016 Piedimonte Matese (CE)
email: fwlbreathing@email.it



Share this:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *